Un rider

Ho spento il mio cellulare
Va beh, diciamo che ho spento la suoneria
E non ho voglia di stare a girare, pedalare, pedalare

Lo zaino frigo che è andato
E il mio cuore ghiacciato
Che è tutta la notte che piange e si scioglie
Che è tutta la notte che piange e si scioglie

Adesso come facciamo?
Ho provato a fare finta di niente
Adesso che non sei qui a dire ancora: “Ti amo”
Ho provato a fare il conto dei giorni
Quasi come nei film

Ho spento il mio cellulare
Va beh, diciamo che ho fuso la batteria
E non ho voglia di stare a guardare la foto di noi che scompare

E chi lo sa se la mia vita è questa qua:
“La ringrazio della mancia!” si ma
Se è tutta una corsa ti voglio vicino, sai
Da solo non faccio mai in tempo a arrivare per primo mai

Adesso come facciamo?
Ho provato a fare finta di niente
Adesso che non sei qui a dire ancora: “Ti amo”
Ho provato a fare il conto dei giorni
Quasi come nei film

E mentre la mia bici si fa tutta la salita
Cerco gli occhi di qualcuno ma la fila qua è infinita
Qualcuno che mi vuole bene, che mi vuole bene,
Che mi vuole bene o che mi vuole
E mentre la mia bici si fa tutta la discesa
Ti ritrovo qui con le buste della spesa

E adesso come facciamo a dire ancora: “Ti amo”?
A dire ancora…

Adesso come facciamo?
Ho provato a fare finta di niente
Adesso che tu sei qui a dire ancora: “Ti amo”
Ho provato a fare il conto dei giorni
Quasi come nei film
Quasi come nei film.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Potrebbe interessarti anche: